Che cosa è Uniswap?

que-es-uniswap
6 min read

Se vuoi sapere che cosa è Uniswap sei arrivato nell luogo ideale. Qui ti parlerò brevemente del meglio di questo protocollo e di come funziona.

Il mondo della crittografia è sconvolto perché sulla catena di blocchi di Ethereum si sta costruendo una rivoluzione del settore finanziario, come abbiamo visto nel nostro articolo su che cos’è la finanza decentralizzata

Uniswap è forse il progetto più interessante costruito su queste basi e consiste in un protocollo che consente ad acquirenti e venditori di scambiare token attraverso contratti intelligenti e senza la necessità di utilizzare un exchange o dipendere da un order book.

Per farlo, Uniswap utilizza un algoritmo che assegna automaticamente la commissione interbancaria applicabile in funzione del rapporto tra i token e la domanda di scambio.

Di seguito spiegheremo questo protocollo e le sue implicazioni in modo più dettagliato di seguito, quindi… sali sull’unicorno!!

 

Storia di Uniswap

La creazione di Uniswap era finalizzata a fornire due servizi: da un lato essere un DEX (descentralized exchange) all’interno dell’ecosistema Ethereum e funge da protocollo di liquidità automatizzato (ciò che è noto come AMM).

La scelta di Ethereum come base è giustificata dal fatto che grazie all’utilizzo degli smart contracts Uniswap non richiede alcuna centralizzazione per funzionare. E un altro vantaggio è che si integra automaticamente alla quantità di token ERC20 esistenti su Ethereum.

In sintesi, Uniswap è un protocollo autonomo che risponde alla sua stessa programmazione che è trasparente e immutabile.

Il progetto inizia dopo una serie di post fatti da Vitalik Buterin (creatore di Ethereum) nel 2017 e nel 2018. Nei primi, prevedeva la possibilità di creare un DEX su Ethereum e nei secondi parlava di MMA (automated market maker).

Queste idee sono state raccolte da Hayden Adams per creare Uniswap e trasformarlo in quello che oggi è uno dei più grandi sistemi Defi di Ethereum.

Come funziona Uniswap?

Come ti ho detto qualche paragrafo fa il funzionamento di Uniswap si concentra su due questioni: offrire uno scambio decentrato (DEX) e un protocollo di liquidità automatizzato (AMM).

Il DEX Uniswap funziona come la maggior parte degli exchange. Una persona vuole scambiare una criptovaluta con un’altra e l’exchange esegue la transazione. La differenza in Uniswap è che questo avviene in modo decentrato attraverso smart contracts.

Così, il controllo dei fondi è sempre nelle mani degli utenti e inoltre, a causa della grande base di utenti e fornitori di liquidità, gli scambi avvengono con una velocità ammirevole.

 

Ora parliamo del suo modello AMM che è dove Uniswap spicca anche dal resto. Questo perché funziona sotto un design chiamato Constant Product Market Maker (CPMM). Questo design permette agli utenti di creare riserve di liquidità (o pool di liquidità) con cui i trader possono negoziare rapidamente.

Per spiegarlo in modo più diretto, alcuni utenti depositano i loro crypto in un pool di liquidità (es. DAI/ETH) e tale denaro viene utilizzato da altre persone che desiderano effettuare scambi.

In cambio, i depositanti ricevono parte delle commissioni di transazione a seconda dell’importo depositato.

Questo è ciò che ha spinto Uniswap a raggiungere volumi incredibili, perché questa immissione di liquidità significa più profitti per gli utenti, e dando origine a un fenomeno molto di moda attualmente: il liquidity mining o mining di liquidità.

que-es-uniswap

Come funzionano i pool di liquidità

Come abbiamo detto, l’obiettivo di Uniswap con questi pool è ottenere liquidità da alcuni utenti, in modo che altri utenti possano effettuare i loro scambi senza problemi. In questo modo si genera un win-win: i trader sperimentano transazioni migliori e i depositanti in pool ricevono commissioni per fornire liquidità.

Queste pool sono configurate in modo che il depositante deve inserire due tokens (es. ETH y DAI). Lo scopo di questo è quello di creare un sistema di liquidità bilanciato che permetta la creazione di opzioni di scambio interessanti per gli utenti della piattaforma.

Ad esempio, se i fornitori di liquidità (depositanti) aprono un pool DAI/ETH, questi devono depositare valore sia presso DAI che presso ETH. Una volta creato il pool questo verrà elencato in modo che gli utenti possano scambiare quella coppia.

Facciamo finta che Andrés Iniesta usa Uniswap perché vuole scambiare 50 DAI con ETH. Poi si dirige al pool DAI/ETH e fa una richiesta di scambio e aspetta che sia processata.

Il pool DAI/ETH prenderà i 50 DAI di Iniesta e gli invierà in cambio $50 in ETH. Questo si rifletterà su un nuovo ammontare di liquidità che ha perso $50 in ETH e ha vinto 50 DAI.

Andrés Iniesta, dal canto suo, riceverà il totale meno la commissione del servizio, che servirà a pagare i generatori di liquidità.

Con questi 50 DAI, offrirà un gelato a Xavi mentre gli spiegherà cos’è Uniswap.

Vantaggi e svantaggi di Uniswap

Ora esaminiamo quali sono i pro e i contro dell’utilizzo di Uniswap, perché come tutto nella vita, ha parti buone e parti cattive:

Vantaggi di Uniswap

– È decentralizzato.

– È possibile scambiare qualsiasi token ERC-20.

– È open source.

– Il commercio all’interno della piattaforma è economico.

– I pool di liquidità offrono grandi rendimenti ai depositanti.

Svantaggi di Uniswap

– Il protocollo, come la maggior parte delle in iziative Defi, è in fase sperimentale, quindi il rischio è alto.

– I problemi di scalabilità di Ethereum rendono il prezzo del gas molto elevato, aumentando i costi di funzionamento.

– È possibile elencare token falsi, quindi devi essere molto cauto e controllare più volte che ti trovi ad operare con il token corretto.