Quanti Bitcoins sono stati persi?

how many bitcoins are lost Bitnovo
6 min read

Molti utenti nell’arena delle cripto valute sono curiosi di sapere il numero di bitcoin che sono stati ricavati e poi persi. Un recente studio di Chainalysis ci informa che sono stati persi definitivamente circa 4 milioni di bitcoin e non vi è alcun modo per recuperarli, non sono più in circolazione, ma sono comunque conteggiati nel totale dei bitcoin attualmente esistenti.

 

Cioè, dei 17,8 milioni estratti finora, 4 milioni di questi sono andati perduti. Ciò include le monete che sono state perse a causa della dimenticanza delle password, ed anche gli 1,1 milioni di bitcoin che Satoshi e le morti di utenti che non hanno mai comunicato ai loro parenti di avere un portafoglio virtuale.

 

Bitcoin persi

 

1,1 milioni di BTC di proprietà di Satoshi.

 

7.500 BTC persi da un hard disk buttato via.

 

1.000 BTC persi per la morte del CEO di QuadrigaCX.

 

533 BTC persi da un utente Reddit.

 

2.100+ BTC vengono inviati a questo indirizzo di masterizzazione.

 

Quegli utenti che hanno perso circa il 20% di tutti i token esistenti e, a differenza del denaro fiat che può semplicemente stampare di più, questi token andranno persi proprio come un tesoro sepolto senza una mappa per scovarlo, questo è dovuto alla struttura delle cripto valute e l’accento posto sulla privacy e sulla sicurezza. Anche se questo non ha un grande impatto sul mercato delle cripto valute.

 

Il costo della sicurezza

Il fatto è che gli investitori bitcoin solitamente conservano i propri token in portafogli digitali, che sono protetti da crittografia e sono accessibili solo tramite la chiave privata, è estremamente difficile per altri utenti accedervi se non dispongono della chiave privata. Normalmente questo è qualcosa che tutti vogliono, ci sono anche portafogli che si collegano al tuo computer tramite hardware, sono molto simili a una USB. Queste sono le più sicure per archiviare le tue criptovalute, ma se il tuo utente perde la chiave privata, perderà definitivamente tutte le sue criptovalute.

 

Ciò ha causato la creazione di alcuni cacciatori di portafogli che mirano ad aiutare coloro che hanno perso la chiave privata del proprio portafoglio virtuale, questi cacciatori hanno una commissione dal 5% al ​​40% dei fondi recuperati e utilizzano vari strumenti per aiutare a trovare questa password , alcune delle sue tecniche vanno dal controllo dell’hardware dell’utente al test della forza bruta di provare parole casuali per trovare quella giusta.

 

Il costo della sicurezza

 

Il fatto è che gli investitori bitcoin solitamente conservano i propri token in portafogli virtuali, che sono protetti dalla crittografia e sono accessibili solo tramite una password, è estremamente difficile per altri utenti accedervi se non dispongono di quest’ultima. Normalmente è qualcosa che tutti vogliono, ci sono anche portafogli che si collegano al tuo computer tramite hardware, sono molto simili a una chiavetta USB. Queste sono le più sicure per archiviare le tue cripto valute, ma se il tuo utente perde il pin, perderà definitivamente tutte le sue cripto valute.

 

Questo ha portato alla creazione di alcuni cacciatori di portafogli che mirano ad aiutare coloro che hanno perso il codice del proprio portafoglio virtuale, questi cacciatori hanno una commissione dal 5% al ​​40% dei fondi recuperati e utilizzano vari strumenti per aiutare a trovare questa password, alcune delle loro tecniche partono dal controllo dell’hardware dell’utente al test della forza bruta nel provare parole casuali per trovare quella giusta.

estafas con bitcoin mantente alerta Bitnovo

Impatto fruibile

Per gli utenti che smarriscono un portafoglio o un pin, il processo può essere estremamente frustrante. Tuttavia, lo smarrimento e la potenziale perdita del 20% di tutti i token BTC dovrebbero avere scarso effetto sul più ampio settore delle criptovalute.

Bitcoin è facilmente diviso in valori molto piccoli, a differenza della valuta fiat. Ciò permette che la perdita di una quantità considerevole di BTC non abbia un impatto complessivo sulla valuta stessa. Dato che i miners si stanno avvicinando al BTC finale, il tasso di perdita dei token può continuare per anni senza che ci sia alcun tipo di impatto sulla funzionalità della moneta.

Infatti, anche se ci fossero pochissimi token individuali, il protocollo per la suddivisione di BTC potrebbe essere adattato per facilitarne il funzionamento continuo. Naturalmente, questo non aiuta quelle persone che hanno perso i loro token.

Stima del numero totale di bitcoins persi 

I resoconti da vari siti web informano che ci sono un totale di 17,5 milioni di bitcoin in circolazione al momento. Questo numero è solo un numero immaginario che rappresenta solo il numero massimo di bitcoin ricavati e non tiene conto delle monete perse. Alcuni utenti sono interessati a questo, più basso è il bitcoin più è alto il prezzo. All’inizio, gli utenti perdevano bitcoin, li bruciavano, li rubavano o dimenticavano la password.

Questo è un bene per tutti gli utenti di cripto valute poiché è quasi come se le donassero per aumentare il prezzo totale del bitcoin, si calcola che più monete vengono perse in modo permanente più il prezzo aumenterà. Questo vale per le monete perse nella loro interezza e non per quelle che eventualmente potranno essere recuperate o ritrovate.

Come gli output non spesi, come i 50 BTC bloccati nel primo blocco. Il risultato è che quei 50 BTC non sono presenti nel registro di Bitcoin, anche se sono visibili in una transazione inclusa nella catena principale, ci sono anche monete duplicate, ricompense non riscosse e OP_Return con tutte queste informazioni. Possiamo dare solo un’approssimazione di 4 milioni ovviamente non è il numero reale di bitcoin persi.