Quali sono i principali vantaggi e casi d’uso della DeFi

principali vanatggi e casi d'uso della DeFI
12 min read

DEFI e la sfida del decentramento delle criptovalute

Un’area delle criptovalute che attualmente attira un’enorme attenzione è la DeFi (Decentralized Finance) o finanza decentralizzata. Si tratta di un ecosistema di applicazioni finanziarie (costruite su reti blockchain) che utilizzano contratti intelligenti o Smart Contracts, che sono accordi esecutivi automatizzati che non necessitano di intermediari, come una banca o un avvocato, e utilizzano invece la tecnologia blockchain.

Il mondo delle criptovalute si sta espandendo a un ritmo incessante. Ciò che è iniziato con una semplice tecnologia che supporta il Bitcoin (blockchain), si è evoluta in un intero settore a sé stante. 

Se sei un accanito follower del blog di Bitnovo, saprai già che una delle caratteristiche più interessanti del Bitcoin e della maggior parte delle altre criptovalute è che sono decentralizzate, ovvero non sono soggette al controllo di nessun governo o istituzione finanziaria.

Tuttavia, man mano che lo spazio delle criptovalute espande i suoi orizzonti, l’idea originale di decentralizzazione di cui si parlava nel white paper Bitcoin nel 2008, continua a indebolirsi. 

Difatti, con il fine di rendere le diverse criptovalute interoperabili e ottenere una sincronizzazione tra di esse, son state implementate soluzioni sotto forma di gateway mal pianificati. Tutto ciò ha reso lo spazio delle criptovalute un’infrastruttura debolmente collegata, le cui ripercussioni saranno amplificate quando l’uso delle criptovalute aumenterà nelle applicazioni quotidiane.

Ecco perché la maggior parte degli scambi di trading nello spazio delle criptovalute sono centralizzati. 

Questa è stata la norma fino ad ora. Immagina che per ironia della sorte proprio le criptovalute, che parlavano di decentralizzazione economica, vengano invece scambiate e archiviate in wallet/portafogli centralizzati. Fortunatamente, questo paradigma sta cambiando poiché molti nell’universo crypto sono convinti che l’era dello scambio centralizzato di criptovaluta debba finire.

Cos’è la DeFi: definizione

Ed è cosí che nasce DeFi -FINANZA DECENTRALIZZATA-, il cui scopo è di creare un ecosistema di servizi finanziari open source e trasparente, che sia disponibile per tutti e operi senza alcuna autorità centrale. Gli utenti manterrebbero il pieno controllo sulle loro risorse e interagirebbero con questo ecosistema attraverso applicazioni peer-to-peer (P2P) e app decentralizzate (Ðapps).

Dunque, se la promessa della criptovaluta è di rendere il denaro e i pagamenti universalmente accessibili a chiunque, indipendentemente da dove si trovano nel mondo, il movimento Decentralized Finance (DeFi) o Open Finance porta questa promessa un passo avanti. 

La finanza decentralizzata può essere definita come la fusione di servizi bancari tradizionali con tecnologie decentralizzate come criptovalute e applicazioni decentralizzate (Ðapps). In senso tecnico, si riferisce all’unione di tutti i prodotti e servizi decentralizzati come contratti intelligenti, protocolli e applicazioni.

La finanza decentralizzata mira dunque a creare un sistema finanziario aperto a tutti e riduce al minimo la necessità di fidarsi e di fare affidamento sulle autorità centrali, grazie a tecnologie come Internet, crittografia e blockchain.

Esiste un detto nello spazio blockchain che spiega bene la missione di DeFi: “Don’t trust, verify”  (“Non fidarti, verifica”). 

DeFi, grazie alla tecnologia blockchain, permette a chiunque di  verificare qualsiasi transazione che si verifica sulla blockchain e a farsi dunque carico del proprio benessere finanziario, senza dover affidarsi ad un’autorità centrale.

Quali sono i benefici di DeFi?

Ma, per farti ben comprendere la portata della DeFi, ti illustreremo adesso quali sono le principali caratteristiche della Finanza Decentralizzata.

  • Senza autorizzazione: le blockchain del sistema DeFi non hanno bisogno di autorizzazione, il che consente a chiunque di accedere alle applicazioni su un protocollo DeFi e di fare trading sulla rete.
  • Accessibilità: chiunque abbia un dispositivo come un PC o un smartphone e una connessione Internet decente,da qualsiasi angolo del mondo, può unirsi a una rete DeFi. Questa caratteristica, in particolare, conferisce sicuramente ai sistemi finanziari decentralizzati il ​​sopravvento sui sistemi bancari tradizionali, già che tiene in considerazione quella fetta della popolazione mondiale che non può accedere ed usufruire dei servizi bancari essenziali.
  • Interoperabilità: DeFi è facilmente compatibile con l’integrazione di altre applicazioni, quindi ha la possibilità di espandersi ulteriormente, offrire nuovi servizi e persino sviluppare nuovi mercati finanziari.
  • Trasparente e Open Source : il codice è open source su un sistema DeFi. Ciò significa che il codice è visibile a ogni utente e consente a chiunque sulla rete di controllarlo e verificarne la sicurezza e le funzioni, senza interferire con la privacy degli utenti. Difatti questi vengono identificati dalle loro firme digitali.

Quali sono i potenziali casi d’uso della DeFi?

Tra i principali casi d’uso della DeFi troviamo:

Prestiti e Crypto prestiti 

Le piattaforme di prestito e prestito P2P (peer-to-peer) sono una delle applicazioni più ampiamente utilizzate del sistema DeFi. Si tratta di solito di semplici applicazioni decentralizzate (Ðapps) che ti consentono di concedono prestiti a singoli mutuatari o organizzazioni in modo affidabile, senza alcuna interferenza di terze parti e consentono agli istituti di credito di guadagnare interessi sotto forma di criptovalute sui fondi che depositano.

Dunque i prestiti aperti e decentralizzati presentano molti vantaggi rispetto al sistema creditizio tradizionale tra cui:

  • facile accesso sia ai prestatori che ai mutuatari
  • Liquidazioni istantanee di fondi tramite contratti intelligenti
  • La capacità di collateralizzare le risorse digitali
  • Trasparenza totale nel flusso dei fondi
  • Nessun controllo del credito
  • Rischi ridotti
  • Flessibilità in prestito

La piattaforma DEX Compound è un buon esempio di protocollo di prestito/prestito DeFi.

Staking

Lo staking è il processo per aiutare a partecipare alla governance di rete delle blockchain Proof-of-Stake (POS), delegando le risorse digitali a un nodo di convalida o semplicemente tenendo queste risorse digitali in un portafoglio compatibile.

Quando gli utenti aiutano a proteggere la blockchain attraverso lo staking delle risorse, guadagnano premi che vengono consegnati dalla rete. Alcune degli assets impilabili più popolari sono Tezos (XTZ), Tron (TRX) e Cardano (ADA).

DEX / Exchanges decentralizzati

Uno dei casi d’uso più conosciuto della DeFi è la DEX. Gli scambi decentralizzati sono piattaforme di scambio di criptovaluta che consentono a tutti gli utenti di eseguire transazioni P2P (peer-to-peer) tra loro e controllare i propri fondi autonomamente e senza intermediari. Le DEX forniscono una maggiore liquidità, salvaguardano tutti i dati personali degli utenti e dei loro fondi e riducono i rischi di manipolazione del mercato con un margine considerevole.

In questo momento, alcuni dei DEX più popolari nel mondo DeFi sono Yearn.Finance e Curve.fi.

Assicurazioni decentralizzate

Attualmente esiste una gamma di piattaforme DeFi che offrono assicurazioni contro qualsiasi imprevisto (un crollo del mercato, un hack, il fallimento di un contratto intelligente). Ne è un esempio Nexus Mutual.

A differenza degli assicuratori tradizionali, l’assicurazione decentralizzata consente a un pool di investitori di condividere il rischio tra loro in cambio del premio assicurativo.

Si tratta di piattaforme costruite utilizzando contratti intelligenti visibili pubblicamente, il che significa che i termini di pagamento garantiscono il massimo della trasparenza.

Servizi bancari monetari e Stablecoin

Essendo le applicazioni DeFi applicazioni di tipo finanziario, i servizi bancari monetari ne sono un ovvio caso d’uso. Questi possono includere l’emissione di stablecoin, mutui e assicurazioni.

Man mano che l’industria blockchain sta maturando, c’è una maggiore attenzione sulla creazione di stablecoin. 

Le stablecoin sono un tipo di asset digitale il cui valore è ancorato a un altro asset (es. valute legali come il dollaro statunitense (USD) o l’euro (EUR)) al fine di ridurre la volatilità e mantenere il prezzo il più stabile possibile.

Per quanto riguarda i mutui, a causa del numero di intermediari che devono essere coinvolti, il processo per ottenere un mutuo è costoso e richiede molto tempo. Con l’uso di contratti intelligenti, le spese legali possono essere ridotte in modo significativo.

Infine per quanto riguarda le assicurazioni, quando queste vengono gestite tramite tecnologia blockchain si potrebbe eliminare la necessità di intermediari e consentire la distribuzione del rischio tra molti partecipanti. Ciò potrebbe comportare premi inferiori con la stessa qualità del servizio.

Pagamenti

Il sistema di pagamento peer-to-peer è una delle caratteristiche basilari della finanza decentralizzata. Le reti di pagamento DeFi consentono a tutti gli utenti di negoziare direttamente tra loro, senza la necessità dell’intervento di terzi, creando un comodo sistema finanziario per la gran parte della popolazione mondiale che è ancora priva di banche.

Tokenizzazione

Nel caso specifico della DeFi, un token è un asset virtuale emesso e gestito su una blockchain. La tokenizzazione è una caratteristica nativa della blockchain di Ethereum, il che significa che può fornire piattaforme DeFi sulla stessa blockchain con una serie di vantaggi economici. 

I token digitali sono un modo sicuro per gli utenti sulle piattaforme DeFi di conservare i propri valori di asset e fare trading senza mai rischiare di perdere le loro risorse.

Le piattaforme DeFi in genere offrono token agli utenti per investire in una determinata piattaforma (Ad esempio, la piattaforma Yearn.Finance offre il token YFI e Compound distribuisce il token COMP) conferendo loro nella maggior parte dei casi  poteri di governance o l’uso di determinate applicazioni.

Assets Sintetici

Gli asset sintetici, nel mondo della DeFi e delle criptovalute, sono progettati per imitare il valore di altri asset, consentendo agli investitori di poter scambiare asset digitali e tradizionali, pur rimanendo nell’ecosistema crittografico.

In parole povere, gli asset sintetici hanno lo scopo di imitare un altro investimento. Possono combinare vari prodotti derivati ​​come futures, opzioni o swap, per simulare un’attività sottostante (azioni, obbligazioni, indici, materie prime, valute o tassi di interesse).

Dunque, questi asset possono essere puntati come garanzia sulle piattaforme DeFi e hanno asset sintetici (che sono fondamentalmente token crittografici) coniati contro di loro. 

Synthetix è ad esempio un protocollo di risorse sintetiche.  Ad esempio un utente può conservare il token SNX o ETH di Synthetix come garanzia su Synthetix e avere risorse sintetiche coniate contro di esso.

Yield Farming

Lo Yield Farming (noto anche come estrazione di liquidità) è uno dei casi d’uso DeFi più recenti. Consiste nello bloccare le risorse digitali in cambio di premi che di solito vengono consegnati automaticamente da un contratto intelligente.

Ne è un esempio OKEx che ha recentemente lanciato lo yield farming sulla sua piattaforma Jumpstart, consentendo agli utenti di mettere in gioco i loro token OKB per estrarre nuove risorse digitali.

Gli Yield Farming sono generalmente considerate ad alto rischio/alto rendimento poiché le risorse bloccate possono essere perse se c’è una backdoor o una scappatoia nel contratto intelligente dell’azienda agricola, mentre le risorse generate potrebbero essere inutili.

CONCLUSIONI

Che tu stia cercando assicurazioni, exchange, soluzioni di staking o qualsiasi altro tipo di strumento e finanziario, è probabile che sarai in grado di trovare una piattaforma DeFi che lo copre e che faccia al caso tuo. 

Il mercato DeFi è piccolo rispetto alla finanza tradizionale, ma ha subito una rapida accelerazione dallo scorso anno.

Secondo i dati forniti da DeFi Pulse, più di 3 miliardi di dollari sono già stati stanziati in varie piattaforme, a dimostrare che l’ecosistema cresce di pari passo con i suoi casi d’uso.

Per questo motivo si ci aspetta, nel futuro a venire, che la DeFi diventi sempre più un punto di discussione dominante nei circoli finanziari sia tradizionali che di criptovalute.

POTREBBE INTERESSARTI…