Che cos’è la Proof of Stake e come funziona

Qué-es-Proof-of-Stake
7 min read

Nel mondo delle criptovalute è comune sentire parlare dei due algoritmi di mining più utilizzati, Proof of Work (PoW) e Proof of Stake (PoS). In questo articolo ti racconteremo tutto di quest’ultimo in modo che tu possa capire come funziona.

 

Proof of Stake è la principale alternativa all’algoritmo Proof of Work. Il suo obiettivo principale è di sostituirlo fornendo una migliore sicurezza e scalabilità alle reti che lo includono nel loro funzionamento.

 

Attualmente è uno dei protocolli di consenso più utilizzati nel mondo delle criptovalute e della tecnologia blockchain. Il suo compito è raggiungere il consenso tra tutte le parti in una rete. Nel caso di PoS, i nodi sono noti come validatori. 

 

I nodi di validazione sono scelti dalla rete in modo casuale sebbene i nodi possano aumentare la loro probabilità di essere scelti. Ciò è dovuto ad alcuni criteri che offrono maggiori opportunità come la quantità di monete riservate che il nodo ha o il tempo di partecipazione alla rete.

 

Origine del Proof of Stake

 

La prima volta in cui il concetto di Proof of Stake è apparso è stato nel 2012, in particolare in un articolo di Sunny King e Scott Nadal . La sua idea principale e il motivo della sua creazione è stata quella di risolvere il problema dell’elevato consumo di energia causato dal mining di Bitcoin, in particolare dal protocollo Proof of Work.

 

Il momento in cui il Proof of Stake è stato creato, il costo medio dell’elettricità giornaliera per mantenere la rete Bitcoin era di circa $ 150.000; oggi questa cifra è salita a milioni. Con l’aumento della potenza necessaria per estrarre Bitcoin, Sunny e Scott hanno cercato un nuovo metodo per mantenere la rete in funzione senza utilizzare una grande quantità di energia. 

 

Questo nuovo metodo è stato chiamato “staking” e si basa su un algoritmo deterministico che sceglie i nodi in base al numero di monete possedute da un utente. Questo algoritmo ha offerto la possibilità ai nodi di aumentare le loro possibilità di essere eletti e di mantenere la rete, il tutto in cambio di una ricompensa per il loro lavoro.

 

Uno dei progetti pionieristici in questo nuovo meccanismo è stato Peercoin. Tuttavia, questo progetto non si è basato interamente sulla Proof of Stake, ma ha creato un algoritmo ibrido tra Proof of Work e Proof of Stake. Attraverso questo meccanismo, la criptovaluta è riuscita a ridurre il consumo di energia e allo stesso tempo ad aumentare la velocità delle transazioni.

 

PoS ha una minore complessità di problemi matematici rispetto a PoW. Ciò significa che ha bisogno di meno energia per eseguire calcoli costantemente e quindi consuma meno risorse. Peercoin è stato solo l’inizio della valanga di progetti aggiunti alla novità di PoS. Attualmente è uno dei due meccanismi più utilizzati.

 

Possiamo anche trovare la Proof of Stake utilizzata in progetti come Dash o Zcash .

Qué-es-Proof-of-Stake

Come funziona la Proof of Stake?

Quando è apparso questo nuovo meccanismo, era abbastanza nuovo, dal momento che tutto il suo funzionamento si basa sulla necessità di incoraggiare gli utenti a mantenere una certa quantità di criptovalute nel portafoglio in ogni momento. Mantenere bloccate queste criptovalute aiuta i partecipanti ad aumentare le loro possibilità di essere eletti, poiché questo è uno dei criteri principali stabiliti per la partecipazione.

Una volta stabiliti questi criteri, inizia il processo di selezione del nodo, che viene eseguito in modo casuale. Una volta scelti i nodi e terminato il processo di selezione, sono pronti per convalidare le transazioni o creare nuovi blocchi. 


Come abbiamo visto, il processo PoS è nettamente diverso dal processo di convalida PoW. PoW si concentra su un processo infinito di risoluzione di enigmi di grande difficoltà. Proof of Stake, invece, elimina questo arduo processo e lo sostituisce con uno che evita l’uso eccessivo di energia elettrica. Ciò porta a un gran numero di progetti interessati all’attuazione di questo protocollo.

Oltre alla caratteristica di spicco, che è la cura dell’ambiente, PoS garantisce la cura della rete attraverso incentivi ai suoi membri, in modo che ciascuno assicuri il mantenimento e la protezione della rete. Qualsiasi utente può partecipare alla rete purché soddisfi la quota di partecipazione. Questo è il numero di criptovalute che dobbiamo aver bloccato ( in staking ) per partecipare.

La strumentazione offerta da PoS incoraggia la decentralizzazione e aumenta la sicurezza prevenendo il 51% di altri tipi di attacchi. La scalabilità che offre alla rete è una delle sue caratteristiche principali, in quanto non impiega processi computazionali dispendiosi in termini di tempo. È quindi perfetto per piccoli pagamenti e transazioni. Questo è il perché centinaia di transazioni possono essere verificate al secondo.

Qué es Proof of Stake

Vantaggi e svantaggi del Proof of Stake

Come ogni sistema, Proof of Stake ha i suoi vantaggi e svantaggi. Le seguenti sono le più importanti:


Vantaggi:

  • È più rispettoso dell’ambiente. Come già sappiamo, Proof of Work non è il miglior algoritmo per proteggere l’ambiente. Questo è il motivo per cui Proof of Stake è arrivato per risolvere il problema, poiché non richiede grandi quantità di energia elettrica per funzionare. 
  • Una caratteristica degna di nota di questo algoritmo è che qualsiasi utente che ha prestato i propri fondi alla rete può trasferire, vendere o acquistare istantaneamente le proprie garanzie equivalenti ai fondi precedentemente prestati per convalidare le transazioni. 
  • Tutti gli utenti della rete PoS riceveranno la stessa ricompensa indipendentemente dall’investimento effettuato dall’utente. Chiaramente più monete congeliamo più alta è la ricompensa finale, ma la percentuale di profitto rimane uniforme per tutti gli utenti. 
  • Non è necessaria alcuna attrezzatura informatica avanzata per ottenere ricompense.

Svantaggi: 

  • Chiunque può ottenere l’accesso. Poiché tutto ciò che è necessario per accedere alla rete sono le criptovalute, qualsiasi governo potrebbe assumere il controllo della maggior parte delle valute. 
  • Le monete devono essere costantemente collegate alla rete che apre scappatoie per il furto di fondi, anche se non dovrebbe accadere, ci sono semplicemente più possibilità che in PoW. 
  • È più difficile mantenere l’anonimato , poiché i fondi che proteggono la rete sono associati a un indirizzo IP.