Schema Pump and Dump: cos’è e come funziona

8 min read

Cos’è uno Schema Pump and Dump? Definizione

Uno schema pump and dump (pompa e sgonfia) è un tipo di frode in titoli che coinvolge l’inflazione artificiale (“pompa”) del prezzo di un titolo tramite dichiarazioni false, fuorvianti o esagerate riguardo al prezzo del titolo. Il truffatore può trarre profitto dall’inflazione dei prezzi vendendo rapidamente i titoli a un prezzo elevato (“dump”).

Allo stesso tempo, il nuovo proprietario delle azioni perderà probabilmente una parte sostanziale del proprio capitale perché il prezzo del titolo scenderà rapidamente. 

Questi schemi di solito si rivolgono a titoli penny stock o titoli micro-cap, poiché sono i più facili da manipolare e non ci vogliono molti nuovi acquirenti per spingere un titolo al rialzo.

Si tratta ad ogni modo di una pratica è illegale in base alla legge sui titoli e può portare a pesanti multe.

Come funziona lo schema Pump and Dump?

Come abbiamo giá accennato in precedenza, lo schema Pump and dump è un tipo di frode con cui il truffatore malintenzionato tenta di aumentare il prezzo di un’azione tramite raccomandazioni basate su affermazioni false e fuorvianti. 

Ma come funziona esattamente uno schema Pump and Dump?

Gli schemi Pump-and-Dump venivano tradizionalmente eseguiti tramite chiamate a freddo. Ma con l’avvento di Internet, questa pratica illegale è diventata ancora più diffusa e può essere effettuata tramite email, spam e fake news

Generalmente i truffatori pubblicano messaggi online che invitano gli investitori ad acquistare rapidamente un’azione, affermando di avere informazioni privilegiate su di un presunto aumento del prezzo delle azioni. Una volta che gli acquirenti abboccano all’amo ed entrano in gioco, i truffatori vendono le loro azioni, causando un drastico calo del prezzo e facendo perdere i soldi ai nuovi investitori.

schema pump and dump come funziona

Dunque l’ aumento del prezzo annunciato è basato esclusivamente sull’hype e sulla domanda piuttosto che su solidi fondamentali di business.

Tipi di schemi di Pump and Dump

Esistono diversi tipi di schemi Pump and Dump che possono essere utilizzati dai truffatori. 

  • Schema Pump and Dump ‘classico’ 

Lo schema classico consiste nella manipolazione delle informazioni riguardanti un’azienda e le sue azioni. Può includere presentazioni di azioni tramite telefono, falsi comunicati stampa e distribuzione di una sorta di informazione “interna” che può aumentare il prezzo delle azioni, attirando così l’attenzione degli investitori sulle azioni.

  1. Schema Pump and Dump ‘Boiler room’ 

Una Boiler room indica una piccola società di intermediazione che usa un numero di broker che utilizzano pratiche di vendita disoneste per vendere investimenti discutibili agli investitori. Se hai visto ‘Il lupo di Wall Street’, sai già di cosa parlo.

 

I broker vendono penny stock che l’impresa acquista o vende come market maker utilizzando chiamate a freddo. I broker che lavorano nelle Boiler room cercano di vendere quante più azioni possibile, aumentando così il loro azioni. Una volta che il prezzo sale, l’impresa vende le sue azioni per ottenere un profitto.

  1. Schema Pump and Dump “numero sbagliato”

Il metodo del “numero sbagliato” è un nuovo schema di Pump and Dump. 

È una pratica che consiste nell’inviare messaggi vocali a persone con un suggerimento di investimento a un amico. Dunque la persona che riceve il messaggio pensa che sia arrivato a lui accidentalmente e potrebbe cadere nella trappola e investire su quel titolo seguendo la ‘soffiata’ ricevuta, aumentando così la domanda di quel titolo.

Esempio di come funziona il Pump and Dump di Criptovalute

Negli ultimi anni si è assistito all’adozione massiva da parte di molti defraudatori di schemi Pump and Dump nel mondo delle criptovalute.

Nel caso delle criptovalute, lo schema pump and dump funziona allo stesso modo di quello classico adottato nelle borse, ma è supportato dalla tecnologia.

  • Dietro a questo scam c’è sempre una persona o un piccolo gruppo di persone con dei seguaci che vantano normalmente una buona reputazione nella rete. Questa persona sceglie criptovalute che hanno poco volume e valore (essendo queste le più facili da manipolare e con una piccola iniezione di capitale possono aumentare di molto il loro prezzo.
  • Il truffatore inizia a comprare in modo massiccio quella criptovaluta, rendendo il prezzo un po ‘più costoso e passa le informazioni (attraverso canali come Telegram, Facebook etc.) a un altro piccolo gruppo di persone, altrettanto influenti nella rete, che inizia a comprare in modo massiccio, aumentando un po ‘di più il prezzo.
  • Ora il secondo gruppo sparge la voce e anche un terzo gruppo più grande che inizia a comprare sulla base di quell’informazione privilegiata ottenuta, ma a un prezzo più alto. Quest’ultimo gruppo a sua volta inizia a rilasciare la notizia della grande ondata di quella criptovaluta e poco a poco altri trader iniziano ad unirsi, vedendo una grande opportunità di profitti.
  • Nel momento in cui il leader o il gruppo leader ritiene di aver guadagnato abbastanza e non vuole correre più rischi, inizia a vendere la criptovaluta. Lo stesso faranno quelli del secondo e terzo gruppo mentre, intanto, il prezzo inizia a scendere a danno degli ultimi che sono entrati.

Questa truffa di solito dura poche ore o pochi giorni ed è caratterizzata da aumenti che possono far salire il prezzo della criptovaluta tra il 100% e il 500%.

Questo stratagemma ha ingannato così tante persone che è diventato molto comune e alcuni analisti hanno calcolato che, in media, ci sono almeno due truffe ogni giorno di questo tipo che generano più di sei milioni di euro di transazioni al mese.

Alcune cifre di schemi Pump and Dump realizzati con criptovalute

Un pò di tempo fa, alcuni analisti del Social Science Research Network (SSRN) scoprirono che migliaia di gruppi appartenenti a piattaforme di messaggistica istantanea (Discord, telegram, messenger) partecipano a schemi Pump & Dump nel mercato delle criptovalute. 

Per dare solo alcune cifre, la ricerca evidenziò che tra gennaio e giugno 2018 vennero individuati quasi 5.000 tentativi di promuovere schemi di questo tipo

Attraverso questi canali, i truffatori hanno cercato di promuovere almeno 300 criptovalute con un basso volume.

Difatti dal rapporto si è dimostrato che “far crescere i token poco conosciuti con un volume di scambi basso è molto più redditizio che cercare di far crescere le monete che dominano il mercato“. 

Tuttavia, la storia ha dimostrato che le principali criptovalute non sono immuni agli schemi Pump & Dump.

Ad esempio, 76 gruppi che hanno usato tali schemi per bitcoin sono stati scoperti su Telegram, così come altri 6 su Discord. 

Secondo la SSRN la crescente popolarità di questo tipo di truffa è dovuta alla mancanza di regolamentazione del settore delle criptovalute.