Come estrarre Chainlink ?

Cómo-minar-Chainlink
7 min read

Chainlink è una rete Oracle decentralizzata che consente ai contratti intelligenti blockchain di connettersi ai dati al di fuori della blockchain in modo decentralizzato. Mentre esistono oracoli che consentono alle blockchain di accedere ai dati dal mondo esterno, queste sono generalmente centralizzate e, di solito, se un oracolo è centralizzato, la natura decentralizzata delle blockchain pubblica diventa inutile. Ossia, se i tuoi dati provengono da una fonte centralizzata, non possono essere decentralizzati e perdono la loro natura.

Molti credono che l’integrazione della blockchain con dati esterni sia una funzionalità necessaria per un’adozione diffusa della blockchain.

Ecco perché Chainlink nasce con l’obiettivo di risolvere questo problema, aprendo la blockchain al mondo esterno senza perdere la sua natura decentralizzata.

LINK il token di Chainlink

LINK è la criptovaluta di rete nativa di Chainlink, definita dai suoi sviluppatori come “un token ERC20 con funzionalità di trasferimento ERC223 aggiuntive – di ‘trasferimento e chiamata’, che consente di ricevere ed elaborare token tramite contratti all’interno di una singola transazione”. 

Chainlink ha condotto una ICO a settembre 2017, raccogliendo 32 milioni di dollari, con una fornitura totale di un miliardo di token LINK.

Dopo l’ICO, il 32% dei token LINK sono stati inviati agli operatori dei nodi per incentivare l’ecosistema e il 30% sono rimasti all’interno di Chainlink per lo sviluppo, mentre il 35% sono stati venduti nella vendita di token pubblici.

A differenza di molte altre risorse crittografiche, LINK non ha alcun processo da forinire per aumentare il suo movimento.

Come funziona Chainlink ?

Per permettere la comunicazione tra i contratti intelligenti e le fonti dei dati esterni, Chainlink segue un processo suddiviso in 3 fasi :

  1. Selezionare gli oracoli appropriati : l’utente che gestisce Chainlink redige un contratto sul livello di servizio (SLA) in cui specifica una serie di requisiti dati. Chainlink utilizza questo accordo per abbinare l’utente agli oracoli più appropriati in grado di fornire i dati. Una volta impostati i parametri, l’utente invia lo SLA e deposita i propri token LINK in un contratto Order-Matching, che accetta offerte da oracoli.
  2. Elaborazione dati: qui gli oracoli si connettono alle fonti dati esterne per ottenere i dati richiesti nello SLA Chainlink. Gli oracoli elaborano quindi i dati e li inviano ai contratti utilizzando il servizio Chainlink.
  3. Unione dei risultati: il processo termina contando i risultati dei dati raccolti dagli oracoli e restituendoli a un contratto di aggregazione. Il contratto di aggregazione valuta la validità di questi dati e restituisce un punteggio ponderato, utilizzando la somma di tutti i dati ricevuti dall’utente (smart contract).

Grazie al suo sistema di reputazione interno, Chainlink può convalidare dati provenienti da più fonti diverse, determinando con elevata precisione quali fonti sono affidabili. Questa funzionalità aumenta l’accuratezza dei risultati e protegge i contratti intelligenti da vari tipi di attacchi dannosi.

Come minare Chainlink ?

Come con i token ERC20, Chainlink non può essere minato come Bitcoin o altre monete basate sull’algoritmo Proof of Work.

La tecnologia di Chainlink si basa sugli algoritmi di consenso ibrido di Delegated Proof of Service (DPoS) e Proof of Authority (PoA), al fine di trasportare dati coerenti molto rapidamente.

La sua architettura è essenzialmente composta da due elementi:

Una rete decentralizzata di nodi Oracle (off chain) che forniscono i dati o le connessioni alle API in linea diretta con uno smart contract (on chain). A seconda della consistenza dei dati verrà generato un addebito token LINK.

Contratti intelligenti (on chain) che sono responsabili dell’elaborazione delle richieste dell’utente e sono responsabili della richiesta dei dati al di fuori della rete (off chain).

La rete Chainlink è protetta da un concetto simile a Proof of Stake (PoS), in cui i suoi nodi di convalida scommettono token LINK per ottenere contratti dati ed essere ricompensati dalla rete. Il sistema di ricompensa incentivato scoraggia i nodi di rete da comportamenti dannosi, così come il rischio di perdere i LINK che hanno messo in palio.

La rete di Chainlink è inoltre alimentata e protetta da 3 tipi di contratti intelligenti che assicurano che le richieste trovino dati che corrispondano alle informazioni fuori catena:

Contratto di aggregazione che raccoglie dati dagli oracoli e abbina i risultati più accurati allo smart contract che ne ha bisogno.

Contratto di corrispondenza degli ordini  che è responsabile della corrispondenza del miglior oracolo con i requisiti SLA dello smart contract.

Reputazione Contratto che verifica l’integrità di un oracolo.

Nella rete Chainlink i contratti intelligenti che richiedono dati pagano gli operatori del nodo Chainlink in token LINK come ricompensa per i loro servizi. 

I prezzi sono fissati dagli operatori del nodo in base alle condizioni di mercato e alla domanda di tali dati.

ca al progetto e vengono premiati con token LINK come incentivo a contribuire in modo affidabile piuttosto che agire in modo dannoso.

Gli node provider scommettono anche che LINK contribuis

Dal momento che Chainlink si basa su un ottimo sistema di reputazione, i node provider che hanno un gran numero di LINK, hanno accesso a contratti con dati più grandi e più gratificanti, mentre la mancata fornitura di informazioni accurate comporta una detrazione di token.

Lo staking non è ancora abilitato per i nodi che non sono approvati. Attualmente, solo gli approvati possono guadagnare token LINK tramite un pacchetto azionario ed eseguendo obbiettivi per completare le richieste di dati effettuate sulla rete.

In breve, il token LINK viene utilizzato per pagare gli operatori dei nodi della rete. Il valore e la domanda di token LINK dipendono in gran parte dal numero di operatori che lavorano per proteggere la rete, ma LINK trae il suo valore anche da altri casi d’uso della rete Oracle decentralizzata. Più casi d’uso possono essere applicati alla piattaforma Chainlink, più prezioso diventa il token LINK.

Portafoglio Chainlink

Cómo-minar-Chainlink

Chainlink è un token ERC677 che eredita la funzionalità dello standard token ERC20, migliorandolo con funzionalità aggiuntive. 

 

Questo significa che, ai fini dell’archivio dati, può essere considerato come un ERC-20.

 

Sebbene Chainlink non disponga di un portafoglio ufficiale per memorizzare il suo token nativo, LINK può essere archiviato in qualsiasi portafoglio che supporti i token ERC20 basati su Ethereum. Tra questi i più popolari sono :

 

  • Atomic Wallet
  • Ledger Nano
  • MyEtherWallet
  • Metamask
  • Mist
  • Trezor
  • Ethaddress