Calexit: California una nazione crypto?

Calexit-california-una-nacion-cripto
5 min read

La California ha a lungo minacciato l’indipendenza dagli Stati Uniti in quello che viene chiamato il movimento “Calexit”. La novità è che ora propone di adottare le criptovalute per aumentare la propria sovranità.

Gli Stati Uniti potrebbero cessare di essere così uniti se la California riuscisse a realizzare le sue aspirazioni di indipendenza. Questo piano ispirato alla Brexit mira a crea una vera e propria nazione con le criptovalute come spina dorsale finanziaria.

Il nome ufficiale del movimento è “Yes California“, anche se è popolarmente noto come “Calexit” (California + Exit). Alastair Caithness (Blockchain Expert) è stato recentemente nominato per aiutare il movimento a raggiungere nuovi obiettivi. 

L’obiettivo principale di questa incorporazione è studiare come le risorse digitali (Bitcoin, Ethereum, ecc.) possano aiutare a garantire una Reddito di base universale per tutti i cittadini della California.

Yes california

Il movimento esiste dal 2013 ma ha subito un’accelerazione dall’arrivo di Donald Trump al governo degli Stati Uniti. è chiaro: vuole l’indipendenza della California.

Uno dei suoi membri, Donald Sutton, fonda l’iniziativa:

“La California deve essere un paese a sé stante perché abbiamo un sistema di valori diverso, siamo la prima economia negli Stati Uniti, una nazione nella nazione. Abbiamo le possibilità economiche, l’industria, le risorse umane, una popolazione diversificata e possiamo facilmente sopravvivere da soli.”

E i dati statistici sostengono gran parte del suo discorso.

La California è lo stato che paga più soldi al governo e quel denaro viene utilizzato per sostenere altri stati e comunità.

Per ogni dollaro che si paga di tasse in California, si riceve solo 78 centesimi (22 centesimi per dollaro meno della quota che corrisponde). Ti sembra poco? Sono tra i 60.000 ei 70.000 milioni di dollari all’anno!

Un’altra delle ingiustizie che subiscono i californiani è il fatto di produrre il 15% del prodotto lordo degli Stati Uniti ma di avere solo il 2% dei voti.

Calexit-california-una-nacion-cripto

Obiettivi di Yes California

Secondo Louis J. Marinelli, uno dei leader fondatori del movimento, alla rivista americana Weiss, gli obiettivi dietro Yes California sono:

– Promuovere e rafforzare l’identità californiana, come identità separata dal resto degli Stati Uniti.

– Sviluppare politiche che consentano l’autosufficienza finanziaria della California rispetto agli Stati Uniti.

– Dare priorità agli interessi dello stato stesso rispetto al resto degli stati.

– Trasferire il potere legale concesso dal potere politico di Washington alla città di Sacramento, attuale capitale dello stato californiano.

– Ottenere che la California sia considerata una nazione sovrana a livello internazionale creando stretti contatti con il resto del mondo.

– Rafforzare le basi di un governo locale man mano che il potere viene trasferito gradualmente.

La California potrebbe diventare un paese crittografico?

Alain Caithness, il nuovo esperto di blockchain del movimento, ha elogiato l’idea di pensare a un’economia basata sulle criptovalute visto che a suo avviso questa potrebbe finanziare l’assistenza sanitaria gratuita, nonché l’istruzione gratuita e una forma di reddito di base. 

Questo scozzese, CEO e fondatore di Ziyen Energy, residente a San Diego, ritiene che attraverso persone che investono in terreni e proprietà con operazioni crittografiche, si potrebbe promuovere l’Universal Basic Income.

Anche il presidente di Yes California, Marcos Ruiz Evans, che condivide le proposte di Caithness sull’adozione delle criptovalute, si è espresso assicurando che “le persone hanno bisogno di aiuto, soprattutto in questo momento e il governo sta lottando per trovare qualcuno che lo faccia” .

Inoltre, ha chiarito che “è bene avere uno scozzese che ora vive in California, poiché la proposta di creare una California sovrana è stata sviluppata dal referendum sull’indipendenza scozzese”.

Secondo Yes California, il governo dello stato ha accettato di rilasciare una petizione “Calexit” quest’anno. Affermano che un possibile processo di voto formale potrebbe aver luogo entro il 2024.

D’altra parte, la commissione per le istituzioni bancarie e finanziarie del Senato della California ha recentemente approvato un disegno di legge che mira a definire le risorse digitali e misurare quale sarà l’impatto sulla protezione dello stato e dei consumatori.

 

Il procuratore generale della California si è pronunciato avvertendo le persone di fare attenzione alle “trappole” del criptospazio e raccomanda di educare gli utenti, come facciamo da Bitnovo con il nostro articolo: come evitare  le truffe con le criptovalute o cos’è il cryptojacking.